InterNapoli.it Pagina Iniziale
Forum Home Forum Home : Politica : Italia/Estero
  Discussioni Attive Discussioni Attive RSS Feed: Sicurezza: senza preoccupazione!!
  FAQ FAQ  Cerca nel Forum   Calendario   Registrazione Registrazione  Login Login

Sicurezza: senza preoccupazione!!

 Risposta Risposta  Post Nuovi Inverti l'ordine dei messaggi
Autore
Messaggio
MovimentoLibero View Drop Down
Novizio
Novizio
Avatar

Attivo dal: 01 Nov 2007
Online Status: Offline
Messaggi: 21
Post Options Post Options   Quota MovimentoLibero Quota  RispostaRispondi Direct Link To This Post Discussione: Sicurezza: senza preoccupazione!!
    Inviato: 27 Nov 2007 alle 21:18
Le tristi vicende avvenute le scorse settimane, aventi ad oggetto la SICUREZZA e l’Ordine Pubblico, hanno avuto gran cassa di risonanza da parte degli organi d’informazione nazionali. Salto la troppo facile polemica su cosa significhi veramente, nel nostro Paese, fare informazione (sarà corretta…? Sarà indipendente….? Non sarà dis-informazione….?) e, con queste poche estemporanee righe vorrei suscitare alcune riflessioni, soprattutto da parte di persone che, dotate di normale intelligenza, hanno principi, ragionano e valutano ancora con la propria testa, non delegano altri a farlo. Il concetto di Sicurezza (etimologia dal Latino “sine cura”, cioè senza preoccupazione) è troppo vasto per essere affrontato con superficialità: io potrei esprimere la mia idea, altri 100 esprimerebbero altrettante idee o concetti in contrasto, magari arriverebbero anche parolone ed insulti, senza concludere un bel niente (vabbè, anche questa è democrazia!). Vorrei però chiarire un punto saldo: per discutere occorre conoscere l’argomento, sentire i punti di vista di più parti (la verità non è quella di chi sa fare la voce grossa), avere, cioè, più elementi a disposizione per valutare e trarre una conclusione. Per chi volesse “ascoltare anche l’altra campana” vorrei suggerire la lettura dell’inserto “La Domenica di Repubblica” del 25 u.s., specificamente da pagina 31 a pagina 33 (Vita da Poliziotto), in cui vengono riportate - udite udite, senza altri commenti - le testimonianze di 3 poliziotti del Reparto Mobile, impegnati nel difficile ed ingrato compito di “ordine pubblico” . Da ciò si evince che, prima che poliziotti, essi sono uomini e cittadini, con le loro paure, i loro dubbi, i loro pensieri verso una società che li paga (poco e male) per essere difesa e sentirsi, forse, più sicura. Dopo la breve lettura, forse, ci si penserà un po’ prima di gridare “Sbirro di m…!”

www.movimentolibero.it - www.movimentolibero.org
Vai in alto
 Risposta Risposta

Vai al Foum Forum Permissions View Drop Down

Bulletin Board Software by Web Wiz Forums® version 9.63
Copyright ©2001-2009 Web Wiz

Questa pagina è stata generata in 0,078 secondi.